ITIL, Italia

Microsoft Operations Framework (MOF)

Il MOF e’ una raccolta di best practice, principi e modelli studiata da Microsoft per gestire/supportare ambienti mission-critical al fine di raggiungere  livelli adeguati di reliability, availability, supportability, e manageability per le soluzioni e i servizi basati sulla tecnologia Microsoft. Il MOF combina gli standard definiti da ITIL con guidelines spedifiche relative all’implementazione e alla gestione di sistemi basati su tecnologie Microsoft.

Rispetto ad ITIL il MOF e' ottimizzato pensando alla piattaforma MS, ma applicabile ad ogni altra. Oltre a cio' il MOF da' prescrizioni piu' dettagliate. ITIL, al contrario di MOF e'completamente indipendente dalla piattaforma e da' solo indicazioni descrittive (non prescrittive).

Il MOF definisce tre modelli:

  • il "Process Model"
  • il "Team Model"
  • ed il "Risk Management Model".

Il Process Model descrive i processi che i vanno eseguiti per gestire e manutenere i sistemi e servizi IT. Il MOF schematizza il Process Model in quattro aree (quadranti):

  • Il "Changing Quadrant" include i processi ITIL di Change Management, Configuration Management e Release Management. Il quadrante Modifica di MOF contribuisce a migliorare i processi di gestione dei servizi IT in tutte le fasi del loro ciclo di vita.
  • L' "Operating Quadrant" include processi descritti da ITIL (anche se non nel proprio framework di Service Management, ma nella parte di ICT Insfrastructure Management) quali System Administration,  Directory Administration,  Security Administration,  Service Monitoring and Control, Job Scheduling, Network Administration, Storage Management. Il quadrante Supporto di MOF mira a rendere l'infrastruttura più robusta e capace di soddisfare le esigenze di disponibilità e sicurezza. Le verifiche periodiche dell'operatività promuovono un continuo miglioramento dei processi operativi.
  • Il "Supporting Quadrant" include i processi ITIL di Service Desk, Incident Management, Problem Management. Il quadrante Supporto di MOF descrive le procedure e i processi necessari per supportare in modo completo un utilizzo efficiente dell'infrastruttura IT. L'obiettivo dei ruoli definiti in questo quadrante è identificare, analizzare e risolvere un'ampia varietà di problemi IT dei clienti
  • L' "Optimizing Quadrant" include i processi ITIL di Service Level Management, Financial Management, Availability Management, Capacity Management, Service Continuity Management, Security Management ed aggiunge a questi i processi di Workforce Management e Infrastructure Engineering, non esplicitamente presenti in ITIL. Le linee guida per l'ottimizzazione fornite da MOF offrono l'assistenza necessaria per una gestione più efficace dei livelli di servizio, una migliore pianificazione della capacità e altre attività di programmazione a lungo termine

Il Team Model supporta il Process Model fornendo guidelines per organizzare le risorse umane in team operativi (definiti anche "role clusters") e descrive le attivita' chiaveper ogni role cluster. Il Team Model e' stato sviluppato per poter gestire la complessita di team distribuiti che gestiscono sistem distribuiti. Pur mantenendo un alto grado di flessibilita', il Team Model riconosce specifiche responsabilita' ai vari ruoli nei team.

Il Team Model, come detto, individua specifici role clusters: individui o gruppi che si occupano di attivita' correlate relative a determinati componenti del servizio IT. Questi role clusters sono basati su best practices nella strutturazione dei team di IT operations.

I role clusters del Team Model sono organizzati in sette categorie generali, ognuna con i propri obiettivi. Le descrizioni dei ruoli nel role cluster sono focalizzate alle attivita' diretta a raggiungere gli obiettivi.

Le sette categorie sono le seguenti: 

  • Infrastructure (manutenzione dell'infrastruttura ed evoluzioni della stessa, inclusa la gestione degli asset)
  • Operations (amministrazioni di sistemi, processi ripetitivi -backups, etc-)
  • Partner (relazioni con altre entita')
  • Release (Change/Release e Configuration Management)
  • Security (Definizione di Security policies ad enforcement delle stesse)
  • Service (Allineamento del servizio alle necessita' del business, relazioni con i clienti, service improvement)
  • Support (Supporto tecnico)

Il role clusters del Team Model si allineano in qualche modo con i quattro quadranti del Process model anche se piu' ruoli possono essere coinvolti in processi su un solo quadrante e lo stesso ruole puo' essere coinvolto in processi su piu' quadranti.

Il Risk Management Model integra tecniche di risk-management con il resto del framework. In pratica applica tecniche esistenti di risk-management ai problemi di IT operations applicandone i principi chiave e processi di analisi e valutazione di rischi nei vari processi.

Il MOF puo' essere, in sostanza, considerato come un'interpretazione dell'ITIL a quindi non alternativo ma sinergico ad esso.

E' molto utile analizzare il MOF quando si desidera dare corpo e sostanza ad una implementazione di Service Management. Non necessariamente bisognera' adottarlo "in toto", ma puo' dare valide indicazioni di dettaglio su come applicare certi concetti in pratica.

[ error processing directive ]