ITIL, Italia

PRINCE2

L'implementazione di ITIL e' generalmente gestita come un progetto. Esiste una metodologia di gestione di progetti "preferita" in ITIL, ed e' la PRINCE2.

PRINCE2 (PRojects IN Controlled Environments), è una metodologia per il project management basata su un approccio per processi, ed in questo e' simile al framework delineato nel PMBOK dal PMI. PRINCE2 permette un approccio scalabile in ragione dei requisiti richiesti, sia di complessità dei progetti sia di rischi relativi che di dimensioni.

Il process model di PRINCE2 si compone di otto processi:

  • Starting up a project (SU); Questo e' il primo processo. Ha l'obiettivo di creare tutte le condizioni per iniziare (effettuare lo start-up di) un progetto. Durante questo progetto, normalmente, sono prodotti e/o definiti il Project Brief, un'organizzazione di progetto di massima, l'approccio al progetto ed il Risk Log.
  • Initiating a project (IP); Questo processo si occupa di defnire il progetto, in questa fase viene creato il PID (Project Initiation Document) che e' la base per la effettica partenza del progetto.
  • Directing a project (DP); Questo processo va avanti per tutta la durata del progetto e fondamentalmente comprende i (sub)processi utilizzati dal Project Board - gli sponsor di progetto - per dirigere il progetto.
  • Controlling a stage (CS); Questo processo descrive la gestione quotidiana da parte del project manager durante uno stadio del progetto.
  • Managing product delivery (MP); Questo processo describe la gestione dei work packages in modo da effettivamente creare il prodotto del progetto.
  • Managing stage boundaries (SB); Lo scopo di questo processo e' di gestire le transizioni tra i vari stadi di progetto include le decisioni di andare avanti o terminare il progetto stesso.
  • Closing a project (CP); questo processo, come e' chiaro dal nome, si occupa della chiusura del progetto, sia che esso abbia successo o sia terminato prematuramente. Prodotti tipici di questo processo sono le lessons learned e il documento di chiusura del progetto.
  • Planning (PL); Il processo di planning e' di supporto a tutti gli altri processi, e si occupa della creazione e gestione del project plan.

Insieme ai processi, in PRINCE2, esistono delle componenti del progetto, che vanno gestite con i processi. Queste sono:

  • il Business Case - che guida il progetto dall'inizio alla fine
  • l'organizzazione - cioe' chiarire le responsabilita' (budget, risorse, work packages, etc..) dei vari componenti interni ed esterni al team
  • i piani - in PRINCE2, il project plan e lo stage plan sono obbligatori, il primo e' piu' ad alto livello, mentre il secondo scende nel dettaglio operativo (anche giornaliero)
  • i controlli - fondamentali per assicurare che il progetto sia aderente alle specifiche, esempi di controlli sono la project initiation (vale la pena iniziare il progetto?), e lo end stage asessment (vale la pena continuare con il progetto?)
  • la gestione dei rischi - molto importante per identificare, valutare ed eventualmente rispondere ai vari rischi che minacciano il progetto
  • la qualita' di progetto - la qualita' non si controlla, ma si costruisce insieme al prodotto del progetto...
  • il configuration management - importante per costituire delle baselines certe dalle quali muoversi
  • il change management o change control - il cambiamento fa parte della vita e va gestito all'interno del progetto

Infine, PRINCE2 descrive le seguenti tecniche:

  • Product-based planning - una tecnica (composta di quattro step) per produrre un piano di progetto basato sulla creazione dei vari output di progetto
  • Planning of activities and resources - Tecnica di pianificazione delle attivita' e delle risorse di progetto
  • Change control approach - l'approccio PRINCE2 alla gestione dei cambiamenti
  • Quality review - tecnica di controllo di qualita' basato su ruoli e procedure definite

PRINCE2 è stato rilasciato nel 1996 allo scopo di avere una linea guida sul project management valida per tutti i progetti e non solo per i sistemi informativi (come era per il precedente PRINCE). Avrete forse notato come la struttura a processi sia simile a quella utilizzata in ITIL in altri ambiti, e non a caso. Il metodo PRINCE è stato da prima definito dalla Computer and Telecommunications Agency (CCTA), ora British Office of Government Commerce (OGC), gli stessi genitori di ITIL, che continuano a curarne l’aggiornamento.

Va chiarito che il PRINCE2 non e' necessariamente in competizione con il PMBOK del PMI. IL PMBOK presenta la disciplina del project management in modo descrittivo, mentre PRINCE2 offre delle metodologie e degli strumenti pratici e consistenti con i dettami del PMI.

Le certificazioni disponibili su PRINCE2 sono le seguenti.

  • Foundation Certificate, l’esame dura un’ora e si compone di 75 domande a risposta multipla;
  • Practitioner Certificate, l’esame dura tre ore con domande basate su tre casi di studio ed occorre ottenere uno score di 75 punti su un totale di 150 a disposizione; si tratta di un esame “open book” cioè dove è permesso di portare con se testi e note. I PRINCE2 Registered Practitioner devono rifare l’esame ogni tre – cinque anni per mantenere la certificazione (ma il mantenimento si basa su un solo caso di studio).

L’APM Group Limited (APMG) è l'organizzazione che cura le certificazioni per PRINCE2, accreditato dall’United Kingdom Accreditation Service (UKAS).

ITIL, Italia

Il sito ITIL, Italia nasce dalla consapevolezza della mancanza di risorse ITIL in italiano. In questo sito ci si occupa di IT Service Management in generale, e si approfondisce il framework ITIL in particolare, pur citando anche altri framework quali COBIT e MOF.

Commenti

Visitate l'area commenti per qualsiasi feedback vogliate dare sul sito.